Il fascismo è finito il 25 aprile 1945, Mimmo Franzinelli

È giunto il momento di smontare uno dei luoghi comuni più duraturo della storia, ovvero quello secondo il quale il fascismo è morto e sepolto da fine aprile 1945. Già nel secondo dopoguerra, infatti, la dottrina della continuità dello Stato riportò ai vertici personaggi di schietta fede fascista. Si è poi permessa la ricostituzione di un partito fascista come il Movimento sociale italiano che ha avuto un ruolo centrale negli scontri di piazza e nelle elezioni presidenziali di Segni e Leone. E oggi, a un secolo dalla Marcia su Roma, il fascismo torna periodicamente protagonista delle cronache, segnando la politica e la società con una presenza che non si può ignorare.

Editore: Laterza | Compralo su: Goodbook.it

Categoria: